Sia chiaro. Siamo ancora a livello di ipotesi, ma a quanto sembra nella legge di stabilità per il 2015 potrebbe comparire una revisione della tassa di successione – ovviamente al rialzo. L’obiettivo è quello di raddoppiare il gettito da 500 milioni ad un miliardo di euro l’anno.

Ci sono ovviamente diverse ipotesi in circolazione. Le più accreditate riguardano un aumento delle aliquote per la successione tra coniugi e parenti in linea retta. L’esenzione scenderebbe a 200-300.000 euro e la quota eccedente verrebbe tassata al 5% – ora è al 4%.

Per le successioni che riguardano fratelli e sorelle, affini in linea retta – come i suoceri –  o parenti fino al 4° grado, per i fratelli l’esenzione scenderebbe a 100.000 euro, e l’aliquota che in questo caso verrebbe applicata passerebbe dal 6 all’8%. Gli affini in linea retta ed i parenti fino al 4° grado si troverebbe di colpo senza soglia di esenzione.

photo credit: 401(K) 2013 via photopin cc