Il gruppo D è una delle categorie catastali ed indica gli immobili a destinazione speciale ed è costituito da Opifici (D/1), Alberghi e pensioni (con fine di lucro) (D/2),  Teatri, cinematografi, sale per concerti e spettacoli e simili (con fine di lucro) (D/3), Case di cura ed ospedali (con fine di lucro) (D/4),  Istituto di credito,cambio e assicurazione (con fine di lucro) (D/5), Fabbricati e locali per esercizi sportivi (con fine di lucro) (D/6), Fabbricati costruiti o adattati per le speciali esigenze di un’attività industriale e non suscettibili di destinazione diversa senza radicali trasformazioni (D/7), Fabbricati costruiti o adattati per le speciali esigenze di un’attività commerciale e non suscettibili di destinazione diversa senza radicali trasformazioni (D/8), Edifici galleggianti o sospesi assicurati a punti fissi del suolo, ponti privati soggetti a pedaggio (D/9), Fabbricati per funzioni produttive connesse alle attività agricole (fabbricati rurali) (D/10).

Per questi tipi di immobili sono stati aggiornati i coefficenti utili a determinare il loro valore – anche ai fini dell’Imu o della Tasi – con il decreto Mef del 25 marzo 2015. Secondo l’articolo 5, comma 3, del Dlgs 504/1992, dispone che, per i fabbricati classificati o classificabili nel gruppo catastale D, non iscritti in catasto, interamente posseduti da imprese e distintamente contabilizzati, fino all’anno nel quale i medesimi sono iscritti in catasto con attribuzione di rendita, il valore è determinato – alla data di inizio di ciascun anno solare ovvero, se successiva, alla data di acquisizione – dall’ammontare, al lordo delle quote di ammortamento, che risulta dalle scritture contabili, applicando per ciascun anno di formazione dello stesso i coefficienti, da aggiornare annualmente.

Per il 2014 ed il 2015 tale coefficente è pari a 1,01, mentre nel 2013 ne è stato fissato il valore a 1,02. Per il 2012=1,04, per il 2011=1,07, per il 2010=1,09, per il 2009=1,10, per il 2008=1,08, per il 2007=1,18, per il 2006=1,21, per il 2005=1,25, per il 2004=1,32, per il 2003=1,36, per il 2002=1,41, per il 2001=1,44, per il 2000=1,49, per il 1999=1,51, per il 1998=1,54, per il 1997=1,58, per il 1996=1,63, per il 1995=1,67, per il 1994=1,73, per il 1993=1,76, per il 1992=1,78, per il 1991=1,81, per il 1990=1,90, per il 1989=1,99, per il 1988=2,07, per il 1987=2,25, per il 1986=2,42, per il 1985=2,59, per il 1984=2,76, per il 1983=2,94, per il 1982 e gli anni precedenti = 3,11.