La TASI è la più recente imposta comunale sui servizi indivisibili che è stata introdotta in Italia attraverso la legge di stabilità del 2014 e che va a coprire la realizzazione di una serie di servizi da offrire al cittadino. Fra questi servizi per la collettività che la TASI si propone di contribuire a finanziare, sono compresi la manutenzione stradale, l’illuminazione del Comune, la tutela dell’ambiente, la viabilità, la protezione civile e la polizia locale ma anche la tutela e la conservazione del patrimonio artistico, storico e culturale locale.

TASI 2015: tutte le scadenze

Per quanto riguarda le scadenze della TASI, queste, in generale, possono essere delineate nel modo seguente:

  • 16 giugno scadenza acconto
  • 16 dicembre scadenza saldo

Queste sono le scadenze generali ma è bene sapere che ai Comuni è stato lasciato campo in merito alla decisione di poter deliberare scadenze diverse. Sarebbe quindi opportuno informarsi bene sulla scadenza TASI in vigore nel proprio Comune di residenza. La scelta di poter deliberare scadenze diverse è stata molto probabilmente dettata dall’esigenza di non far concentrare troppi pagamenti erariali nello stesso periodo.

TASI 2015: come conoscere la scadenza

Uno dei modi per informarsi sulle scadenze della TASI è quella di collegarsi al sito Amministrazionicomunali.it, in cui sono elencate tutte le varie scadenze in vigore nelle diverse amministrazioni comunali sparsi sul territorio nazionale.

In alternativa è possibile rivolgersi agli uffici comunali del luogo in cui è presente l’immobile per cui si paga la TASI 2015.