Quanti comuni hanno pubblicato una delibera sulla Tasi? A quanto sembra siamo a 7.779 Comuni su 8.057 - nel momento in cui scrivo non ci sono ancora i dati definitivi del Tesoro. Tra le città che sono riuscite a pubblicare in tempo una delibera sulla Tasi ci sono tutti i capoluoghi di provincia – l’unica eccezione è Crotone.

Il numero che ho scritto qualche riga sopra è il risultato di una somma: ai 2.178 Comuni che avevano già stabilito cosa fare della Tasi entro il 25 maggio, se ne sono aggiunti altri 5.601. Tra i comuni che hanno deciso entro il 10 settembre ci sono Roma, Bari, Catania, Verona, Padova, Palermo, Siena, Perugia, Trieste, Pescara, L’Aquila, Campobasso, Reggio Calabria, Firenze e Milano.

Per gli oltre cinquemila comuni che sono arrivati in tempo si pagherà la prima rata entro il 16 ottobre. Chi non ha fatto in tempo deve comunque pubblicare una delibera sulla Tasi entro la fine di novembre – e i loro cittadini dovranno pagare tutto in un’unica soluzione entro il 16 dicembre. Se non faranno in tempo, al contribuente resterà comunque l’obbligo di pagare entro tale data, ma con un’aliquota all’1 per mille.

Secondo l’elaborazione del Servizio Politiche Territoriali della Uil, l’aliquota media nei capoluoghi di provincia è stata del 2,63 per mille. L’aliquota massima ordinaria era pari al 2,5 per mille, ma ai sindaci era stata data la possibilità di aumentare ancora tale valore fino allo 0,8 per mille, per realizzare introiti da utilizzare per dare detrazioni ai nuclei meno abbienti.

LEGGI ANCHE
Tasi 2014: tutti i comuni che hanno cancellato questa imposta
Tasi 2014: all’1% se il comune non ha deciso
Imu e Tasi 2014: cosa succede a chi paga in ritardo


photo credit: nicolas.boullosa via photopin cc