Il 99% degli italiani hanno un incubo in comune e si chiama Tasi. Tutti o quasi quelli che devono pagarla. Gli unici che non hanno di queste preoccupazioni sono gli abitanti di Carro, un piccolo comune – 560 anime – della Val di Vara nello Spezzino. Il primo cittadino si chiama Antonio Solari ed è un geometra di 44 anni che vorrebbe ripopolare il suo paese.

Anche per questo nel territorio del suo paese non si paga la Tasi e l’addizionale Irpef. Ed anche l’Imu costa meno che da altre parti, e pure la Tari, la tassa sui rifiuti, non subirà variazioni rispetto al 2013, mentre sarà dimezzata per le imprese. Come spiega il cittadino “Volevamo fare questa manovra già lo scorso anno, ma le vicende relative all’Imu ce l’hanno impedito. Quest’anno abbiamo lavorato con anticipo e, limando tutte le spese comunali possibili, ci siamo riusciti. Svolgeremo il servizio di raccolta rifiuti e quello idrico con nostri uomini“.

Com’è stato possibile? Risparmi uniti all’ottimizzazione di alcuni servizi comunali. Basti pensare che Carro ha un solo operaio per gestire l’acquedotto – 34 chilometri quadrati di superfice. Come spiega Antonio Solari “Grazie all’impegno di tutti i dipendenti riusciamo anche a non aumentare nemmeno la tariffa dell’acqua per il terzo anno consecutivo e a offrire anche qualche servizio in più, come due corse al giorno gratuite per i residenti per raggiungere il mare delle Cinque Terre in pullman“.

LEGGI ANCHE
Tasi 2014: tutti i comuni in cui si paga subito (da Abano a Cusano Milanino)
Tasi 2014: tutti i comuni in cui si paga a giugno (da Dambel a Jovencan)
Tasi 2014: l’elenco dei comuni in cui si paga già a giugno (Da Odalengo a Russi)
Tasi 2014: l’elenco dei comuni in cui si paga già a giugno (Da Sagama a Zuclo)

photo credit: Luigi_Alesi via photopin cc