Tempo di Tasi la tassa sui servizi indivisibili, per migliaia di comuni italiani. Per sapere quando dovete pagare la tassa potete visitare il sito del MEF e controllare sulla delibera del vostro comune. Per semplicità ho pensato bene di fare un piccolo giro d’Italia della tassa, per vedere come cambiano aliquote e scadenze lungo lo Stivale. Per semplicità ho ordinato le città in rigoroso ordine alfabetico.

Ad Aosta l’aliquota è dell’1 per mille per l’abitazione principale. La prima rata scade il 1 settembre, mentre il saldo – come in tutti gli altri casi – deve essere pagato il 16 dicembre – gli inquilini pagano il 30% della tassa. A Campobasso invece si paga il 2,5 per mille sull’abitazione principale – non è prevista per fabbricati rurali a uso strumentale e aree fabbricabili – e la prima rata si paga entro il 16 ottobre.

A Foggia l’aliquota sull’abitazione principale è del 3,3 per mille con detrazioni di 200 euro, mentre sulle seconde e sugli immobili commerciali, la somma di Tasi ed Imu è del 10,6 per mille. A Napoli l’aliquota sulla prima casa è del 3,3 per mille. Vengono previste detrazioni tra i 150 ed i 300 euro a seconda della rendita catastale dell’immobile. A Palermo l’aliquota sull’abitazione principale è del 2,89 per mille, con detrazioni per rendite catastali sotto i 400 euro, e per ogni figlio minore o figlio disabile di qualsiasi età (20 euro). A Reggio Calabria l’aliquota sulla prima casa è del 2 per mille per le categorie catastali A1, A8 e A9, si sale al 2,5 per mille se l’immobile è di pregio. A Reggio Calabria, Palermo e Foggia si paga la prima rata entro il 16 ottobre, mentre Napoli ha suddiviso la tassa in quattro rate -  il 16 giugno, il 16 luglio, il 16 settembre e il 16 novembre .

Roma l’aliquota sulla prima casa è del 2,5 per mille per le abitazioni principali - per il resto vi rimando al post che ho scritto sul tema. Torino infine, ha deciso di applicare l’aliquota massima, il 3,3 per mille, prevedendo detrazioni di 110 euro per gli immobili con rendita catastale inferiore a 700 euro, e di 30 euro per ogni figlio con meno di 26 anni – la prima rata si doveva pagare entro il 16 giugno.

LEGGI ANCHE
Calcolo Imu, Tasi 2014: come calcolare online l’imposta
Tasi 2014: come si calcola la base imponibile
Tasi 2014: Chi deve pagare la prima rata entro il 16 giugno?

photo credit: 401(K) 2013 via photopin cc