Della serie tanto tuonò che piovve… Gli analisti si aspettavano che Mario Draghi e la BCE avrebbero tagliato ulteriormente i tassi di interesse. Il problema era stabilire quando questo taglio sarebbe arrivato…

Per Bundesbank un tasso allo 0,5% era fin troppo basso, alla faccia dei problemi del Europa meridionale. Fortunatamente sono stati messi in minoranza ancora una volta dal presidente della Bce, che con una mossa a sorpresa ha tagliato oggi i tassi ufficiali BCE di un quarto di punto. Lo 0,25% e il punto più basso raggiunto finora dai tassi BCE.

La mossa sembra comunque ben ponderata. I rischi di inflazione sono minimi (siamo allo 0,7% ed il mandato della banca centrale è quella di avere tassi sotto il 2%), e se si corre qualche rischio è piuttosto di deflazione di alcune economie europee… A questo bisogna aggiungere i dati da prefisso telefonico della crescita del Pil in buona parte dell’Eurozona.

Per ora la notizia è stata ben accolta dalle Borse: dopo l’annuncio sono tutte passate in terreno positivo.

photo credit: EPP Group in the European Parliament (Official) via photopin cc