È tutto pronto per lo stop al fenomeno delle bollette ogni 28 giorni (anziché ogni mese) che ha aumentato sensibilmente la spesa degli italiani. Il testo, che potrebbe essere inserito nella legge di Bilancio da approvare entro l’anno, introdurrà l’obbligo di fatturazione dei servizi su base mensile: un provvedimento che colpisce soprattutto compagnie telefoniche e pay tv, raddoppiando le sanzioni per le aziende che non si allineeranno. Limitazioni per gli operatori col “vizietto” di variare unilateralmente le condizioni del contratto e rimborso per tutti gli utenti che riceveranno la tredicesima bolletta dell’anno, causando di fatto un aggravio medio dell’8,7%.

Rottamazione cartelle e concorsi pubblici

Buone notizie anche dal decreto fiscale che conterrà la rottamazione delle cartelle così da consentire il pagamento solo degli importi dovuti senza sanzioni. Una manovra da 20 miliardi di euro che bloccherà l’aumento dell’Iva prevedendo uno sconto del 50% sui contribuiti per le aziende che assumeranno giovani under 29 e la decontribuzione totale al Sud Italia.

Il Ministro Madia, invece, ha autorizzato quasi 8mila assunzioni: oltre 5.500 immediate e 2.300 con concorsi che saranno banditi nei prossimi mesi. Saranno 5.149 i nuovi assunti nelle forze dell’ordine, tra polizia, carabinieri, vigili del fuoco e guardia di finanza. Spazio anche ai concorsi per Inps, Agenzia delle Entrate e Ministeri.