Una media di 650.000 dollari all’anno. Non male come stipendio. E’ quanto guadagnano i principali dirigenti della pubblica amministrazione in Italia. Si tratta di dati del 2011, elaborati dall’Ocse, Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico, organismo che raggruppa 34 fra le nazioni più ricche nel mondo (Cina esclusa).

Ciò che rende perplessi, per non usare termini più pesanti, è il fatto che tali stipendi siano quasi il triplo più alti della media in tutti i paesi Ocse, calcolata a 232.000 dollari all’anno. Al secondo posto di questa classifica ci sono, staccatissimi, i dirigenti della Nuova Zelanda, i quali guadagnano in media 397.000 dollari. In Francia siamo a 260.000 dollari, in Germania a 231.000, in Gran Bretagna a 348.000. I top manager pubblici degli Stati Uniti guadagnano 275.000 dollari.

E i risultati di questo pagatissimo lavoro? Sempre secondo l’Ocse, l’Italia occupa gli ultimi posti nella fiducia dei cittadini verso Governo, partiti politici, banche e giustizia. Bocciati i tempi lunghissimi dei processi e il sistema scolastico.

Soldi spesi bene.