Startup sempre più in voga anche in Italia: questo metodo di iniziare a fare impresa è stato ben presto percepito anche nel nostro Paese e i casi di successo certamente non mancano. Anche la legislazione italiana vi ha messo del suo, approvando leggi ad hoc, introducendo il concetto di startup innovativa e predisponendo sistemi di finanziamento agevolati. Senza poi dimenticare le più recenti startup innovative a vocazione sociale.

Fra le startup italiane che hanno raggiunto maggior successo e su cui si potrà puntare sul futuro, i casi più evidenti sono stati quelli che tra poco saranno illustrati.

Startup Italia: musiXmatch

Questa startup è stata creata per lanciare l’omonima applicazione, musiXmatch. Si tratta di un’app che visualizza i testi delle canzoni sui propri smartphone e tablet, indipendentemente dal servizio musicale che si utilizza. Questa idea ha raggiunto, almeno per il momento, trenta milioni di utenti, è sbarcato anche su Spotify e può contare su sette milioni di brani in quaranta lingue diverse.

Startup Italia: Blackshape

La startup è stata avviata da Angelo Petrosillo e Luciano Belviso e si occupa della produzione di velivoli leggeri biposto fatti in fibra di carbonio. Quest’impresa è riuscita a imporsi in trenta Paesi del mondo, fino a diventare la quinta azienda italiana – in ambito aeronautico – per capitalizzazione.

Startup Italia: Primo Taglio

Fare la spesa online è un concetto ancora non propriamente acquisito dalla maggior parte degli utenti italiani ma i siti che permettono di farlo sono ormai piuttosto numerosi. Fra questi anche Primo Taglio, che si propone come bottega digitale su cui acquistare la spesa di tutti i giorni e che dopo essere arrivata a Milano e provincia raggiungerà presto anche le città di Torino e Roma.

Startup Italia: Carsh

Altra realtà che si sta imponendo in Italia, dopo la spesa online, è il car sharing. Grazie all’applicazione Carsh, i giovanissimi Davide Giancarlini e Luca Carta hanno messo a disposizione degli utenti il modo più semplice e immediato per avere, tutti insieme, i servizi di car sharing disponibili nelle città italiane in cui essi sono presenti. L’applicazione segnala inoltre i punti in cui ricaricare i veicoli elettrici oppure dove trovare il bike sharing.