(Finanza.com) Frattura in vista per Sprint Nextel. Il terzo operatore di telefonia mobile statunitense ha infatti deciso di chiudere il ramo Nextel, che Sprint aveva acquisito nel 2004 per 35 miliardi di dollari. La decisione verrà attuata entro il 30 giugno 2013. Nel frattempo è stato annunciato l’acquisto, tramite una linea di credito da 1 miliardo di dollari concessa, tra gli altri, da Deutsche Bank, di infrastrutture di rete da Ericsson, per l’espansione dei servizi tramite tecnologia Long Term Evolution, ovvero la tecnologia wireless a banda larga disegnata per supportare l’accesso a internet di apparecchi mobili come smartphone e tablet. Sprint Nextel è già stata sorpassata in questo tipo di tecnologia dagli altri due operatori mobili statunitensi di rilievo, AT&T e Verizon.