Perché la scuola italiana è messa male? Basta tirare fuori un paio di dati: l’Italia è ultima in Europa per percentuale di spesa pubblica destinata alla cultura – 1,1%, ovvero la metà della media dell’Unione Europea che si attesta al 2,2% -, e penultima – peggio di noi solo la disastrata Grecia – per la spesa destinata all’istruzione – 8,5% contro una media Ue del 10,9%.

I dati sono desunti da uno studio pubblicato da Eurostat che mette a confronto la spesa pubblica nel 2011 nei paesi dell’Unione Europea. Secondo questo rapporto l’Italia, negli altri settori, ha percentuali vicine al resto dell’Europa: 3% per la difesa – come la media europea, 4% per l’ordine pubblico – leggermente sopra la media europea che si attesta al 3,9% -, 14,7% per la sanità pubblica – la media Ue è del 14,9%.

Complessivamente la spesa per la protezione sociale in Italia è maggiore della media Ue: 41% contro il 39,9%. La protezione sociale italiana è però concentrata sulla spesa pensionistica. Tra il 2010 e il 2011 la spesa è diminuita per tutte le voci ad eccezione dei servizi pubblici generali – la voce di spesa che contiene i pagamenti per interessi -: siamo al 17,3%, contro una media Ue del 13,5%.

photo credit: Zingaro. I am a gipsy too. via photopin cc