Non solo ddl riforme bloccato in Senato. Per Renzi sta forse per giungere un’altra tegola: il commissario della spending review, Carlo Cottarelli, sarebbe pronto a lasciare il proprio incarico. Il motivo l’ha spiegato il diretto interessato, che su Facebook avrebbe denunciato la mancanza di copertura per le nuove spese da affrontare, vanificando così l’opportunità di poter procedere al taglio delle tasse (l’operazione più attesa dagli Italiani).

Decisivo nella scelta di Cottarelli sarebbe stato il decreto sulla pubblica amministrazione della Madia, al cui interno è previsto un maxi pensionamento degli statali di 62 anni e che prevederà un aumento di spese, nonché il salvataggio di 4.000 insegnanti ai quali è stata concessa la possibilità  di andare in pensione da quest’anno (il tutto costerà 396 milioni di euro, da spalmare dal 2014 al 2018).