Il leasing di un’auto o di un altro bene strumentale è uno strumento che consente alle imprese, ai privati cittadini e ai professionisti di avere la piena disponibilità del bene, pagandolo a rate e riscattandolo con una piccola somma alla fine del contratto. Cosa sia il leasing l’abbiamo spiegato ampiamente ma non ci siamo soffermati sulle caratteristiche dell’accordo che lega locatario e locatore. Secondo delle fonti accreditate, si tratta di qualcosa che affonda le radice nella common law e si pone a metà strada tra un canone di locazione e un patto di riservato dominio.

Oltre ai vantaggi fiscali e materiali per il locatore, il contratto di leasing è una garanzia anche per il locatore, sia che si tratti dell’impresa che fornisce il bene per il leasing sia che si affidi ad un fornitore. Infatti nel caso dell’utilizzatore finale insolvente, il locatore torna immediatamente in possesso del bene.

I tipi di leasing si adattano alle tipologie di cittadini, per gli artigiani e le imprese, in genere ci sono i leasing strumentali. Poi abbiamo altre due tipologie molto comuni, considerate l’una l’alternativa dell’altra, vale a dire il leasing operativo e quello finanziario.

Soltanto nel caso del renting, il leasing operativo, l’utilizzatore non può esercitare l’opzione di riscatto.