Starebbe per arrivare ad una clamorosa svolta la crisi delle banche spagnole. Secondo le indiscrezioni circolate nelle ultime ore, alimentate sia da fonti dell’area Euro che tedesche, nel fine settimana la Spagna si preparerebbe ad avanzare una richiesta ufficiale di aiuti per le sue banche. Pur non essendo ancora noti i dettagli del piano, pare che i ministri delle Finanze dell’Eurogruppo potrebbero tenere sabato una teleconferenza per discutere degli aiuti alle banche spagnole.

Necessario un aumento di capitale per le banche

La necessità della Spagna di ricorrere ad aiuti Ue è legata alla crisi del settore bancario e all’esigenza di ricapitalizzare diversi istituti a causa delle difficoltà seguenti lo scoppio della bolla immobiliare. Secondo le stime degli esperti il fabbisogno totale delle banche spagnole è stimato tra i 50 e i 100 miliardi di euro.

Il taglio del rating della Spagna da A a BBB da parte di Fitch annunciato ieri ha accelerato la ricerca di una soluzione della crisi. La decisione dell’agenzia di rating è stata spiegata con diversi motivi, in primis il costo della ristrutturazione e della ricapitalizzazione delle banche spagnole. Inoltre, Fitch si aspetta ora che la recessione in atto che potrebbe durare per tutto il 2012 e 2013, contrariamente alle aspettative precedenti di una modesta ripresa il prossimo anno, e che il rapporto debito-Pil possa toccare il 95% nel 2015.