(Finanza.com) Sempre più imprese spagnole non pagano le fatture, creando il problema degli insoluti, o sono in ritardo nei pagamenti. Tanto da rendere la Spagna il terzo Paese, dopo Grecia e Portogallo, a registrare i ritardi più significativi. Lo rivela una indagine di Invenium, società specializzata nel recupero credito a livello internazionale. Nella sua recente ricerca, è emerso che quasi l’80% delle imprese spagnole ha problemi di liquidità, mentre il 60% ritarda i pagamenti in modo cronico. La Spagna, che all’interno dei Paesi Ue è oggi al terzo posto nella classifica con il tempo medio di pagamento più lungo dopo la Grecia e il Portogallo, è passata dai 97 giorni di media nell’ultimo trimestre del 2011 ai 102 giorni dei primi quattro mesi del 2012.