(Finanza.com) Continua a salire la tensione sul settore bancario spagnolo. La peggiore è Bankia che cede oltre 11 punti percentuali, scambiando sotto quota un euro per azione. A pesare sull’azione le indiscrezioni riportare dal Financial Times secondo cui la Banca centrale europea avrebbe detto “no” al piano di salvataggio della banca spagnola che prevede l’iniezione di titoli di stato. Un movimento ribassista che, inevitabilmente, contagia anche il resto del comparto. Banco Santander e CaixaBank cedono rispettivamente l’1,7% e il 2,13%, mentre il titolo Bbva lascia sul terreno l’1,25%.