George Soros punta sul Manchester United. Il miliardario 82enne ha infatti acquistato una quota del gruppo, che ha debuttato a New York il 9 agosto scorso. Secondo quanto riporta una comunicazione effettuata alla Sec, la Consob americana, il finanziere americano di origine ungherese ha investito 3,1 milioni di azioni di classe A, pari a una quota del 7,85% del club calcistico. 

Le azioni di classe A valgono un voto ciascuna, mentre quelle di classe B valgono 10 voti per azione. Un investimento azzeccato o azzardato? Il titolo della società calcistica inglese continua a rimediare sconfitte sul terreno di Wall Street. Ieri le azioni hanno chiuso la seduta in calo del 2,7% a 13,06 dollari dopo aver toccato un minimo dalla quotazione a 12,91 dollari. A inizio agosto l’azione è stata collocata a 14 dollari.

Ma al finanziere si vede che piacciono le società calcistiche. Secondo alcune indiscrezioni circolate qualche anno fa, Soros veniva indicato come uno dei possibili acquirenti interessati alla As Roma.