Sony si prepara a tagliare la propria forza lavoro di 10 mila unità a livello globale, pari a circa il 6% della sua pianta organica, possibilmente già entro la fine di quest’anno, come parte di un programma di ristrutturazione che la ha già vista vendere due unità e ridurre le operazioni nel settore delle televisioni. Il piano ufficiale dovrebbe essere presentato il prossimo giovedì in occasione dell’annuncio del nuovo piano strategico della società da parte del nuovo Amministratore delegato Kazuo Hirai, che è entrato il carica il primo aprile.

Porre fine alle perdite

Per il gruppo si tratta del terzo forte piano di riduzione del personale dal 2005. Dalle dimissioni delle attività chimiche e delle operazioni Lcd di piccole e medie dimensioni arriverà la metà della riduzione del personale. Il resto della riduzione del personale dovrebbe arrivare nel settore delle televisioni, che riporta cronicamente delle perdite per la società.

La stima di Sony è per una perdita di 220 miliardi di Yen nell’anno fiscale che è finito il 31 marzo. La società ha anche rivisto al ribasso il target di vendita di televisioni che era stato fissato nel 2009 da 40 a 20 milioni. Il titolo Sony ha perso oggi oltre il 3,5% alla borsa di Tokyo.