Il 16 marzo l’Agenzia delle Entrate ha pubblicato un provvedimento del direttore per spiegare il nuovo funzionamento delle compensazioni dei crediti IVA previsto dal decreto semplificazioni. L’Erario ha invitato i contribuenti che devono recuperare importi che superano la soglia dei 5.000 euro ad avvalersi dei servizi telematici come Entratel o Fisconline. Ma andiamo con ordine.

Fino a questo momento la soglia delle compensazioni del credito IVA era stabilita a 10.000 euro. Adesso il decreto “semplificazioni”, in particolare l’articolo 8 commi 18 e 19, Dl 16/2012, ha abbassato la soglia delle compensazioni portandola a 5.000 euro annui.

Quindi dal primo aprile chi debba usare la compensazione del credito IVA con importi che superano la nuova soglia, dovrà aver presentato preventivamente una dichiarazione annuale o comunque un’istanza da cui risulti questo credito.

Fino al 31 marzo, invece, le compensazioni dei crediti IVA che non superano i 10 mila euro annui, si possono fare senza presentare la dichiarazione o l’istanza che dimostri il credito.

In più, specifica l’Agenzia delle Entrate, le compensazioni dovranno essere fatte usando soltanto i servizi telematici Entratel o Fisconline.

Per quel che riguarda il raggiungimento dei 5 mila euro, possono entrare in compensazione anche crediti IVA maturati prima del 1° aprile 2012.

Per ogni dubbio è possibile rivolgersi al numero verde dell’Agenzia dell Entrate o prendere un appuntamento nella filiale più vicina.