Come saranno le tasse locali nel 2014? I loro contorni si stanno delineando in Parlamento. Niente Imu – ma non si sa mai -, resta da capire com verrà strutturata la nuova service tax. Come tutti sapete dovrà sommare una quota di tassa sugli immobili, a ad una tassa sull’immondizia. Il quadro per questa seconda parte non è ancora completo ma in questi giorni si stanno delineando alcuni caratteri interessanti.

La tassa sui rifiuti dovrà essere calcolata tenendo in considerazione la capacità contributiva di ogni nucleo familiare. I Comuni quindi dovranno prendere in considerazione l’Isee, l’Indicatore della situazione economica equivalente, uno strumento che dovrebbe rilevare la situazione economica di ogni famiglia. In questo modo si dovrebbe garantire una migliore distribuzione del carico fiscale. Tra gli emendamenti votati ce n’è anche uno che prevede che la tassa colpisca chi fa più raccolta differenziata - resta da capire come si potrà fare effettivamente.

Il Parlamento ha anche deciso che per il 2013 non verranno applicate sanzioni in caso di versamento insufficiente se il Comune non ha inviato i modelli di pagamento precompilato. Ritardi dei comuni ma anche troppa incertezza . Si spera che in futuro le norme siano più chiare e trasparenti. Forse sono un inguaribile ottimista…

photo credit: epSos.de via photopin cc