I futures sui maggiori indici azionari statunitensi indicano che Wall Street potrebbe aprire in territorio negativo, con i futures su S&P 500, Dow Jones e Nasdaq 100 in ribasso tra lo 0,8 e o 0,9%. Il ribasso è in linea con l’andamento negativo delle borse europee, penalizzate dagli sviluppi politici in Francia e Olanda che hanno rafforzato i timori sull’impegno all’interno dell’area Euro per affrontare la crisi del debito. L’annuncio dei leader mondiali di un incremento di 430 miliardi di Dollari statunitensi delle risorse del Fondo Monetario Internazionale per affrontare la crisi del debito in area Euro non ha avuto impatto sui mercati.

Pessime notizie economiche in area Euro

In mattinata negative indicazioni sulle prospettive dell’economia sono arrivare dall’area Euro. In Francia la vittoria al primo turno delle elezioni presidenziali del socialista Hollande potrebbe mettere a rischio il fiscal compact. In Olanda c’è il rischio di elezioni anticipate per i problemi del Governo a fare passare nuove misure di austerity. In Germania, l’indice di fiducia PMI manifatturiero è stato inferiore alle attese, segnale negativo per l’andamento della produzione industriale.

In Usa oggi non sono attese indicazioni rilevanti dal punto di vista economico. Il focus degli investitori sarà sulla riunione del Fomc in calendario domani e mercoledì.

Con riferimento alle singole storie aziendali, il gruppo svizzero Nestlè ha acquistato la divisione alimentare per bambini di Pfizer per 11,85 miliardi di Dollari, battendo la concorrenza della francese Danone. AstraZeneca ha comprato Ardea Bioscences per 1,26 miliardi di Dollari. Kellogg perde oltre il 6% nel trading pre-apertura dopo avere abbassato le proprie stime per il 2012 a causa della debolezza nel primo trimestre.