I futures sui principali indici del mercato azionario statunitense segnalano che Wall Street potrebbe iniziare la settimana all’insegna del pessimismo. I futures su Nasdaq 100, S&P500 e Dow Jones Industrial segnano, infatti, delle perdite comprese tra lo 0,6% e lo 0,8%. A impensierire i mercati statunitensi sono ancora una volta i timori che la crescita economica mondiale stia rallentando in maniera accentuata e le incertezze sulle prospettive dell’area Euro alla vigilia della riunione dei leader dell’Unione Europea di fine settimana, che molti investitori temono possa mancare una volta di fornire risposte convincenti al mercato.

Tensioni sui finanziari

Gli scambi pre-apertura indicano che i titoli finanziari potrebbero essere nell’occhio del ciclone oggi. Sia Bank of America sia Goldman Sachs sono in ribasso di poco più dell’1% sulla scia del ribasso del settore finanziario in Europa. Segnali negativi arrivano anche da Intel, in ribasso dello 0,8% dopo che Evercore Partners ha detto di aspettarsi un calo del giro d’affari della società nel terzo trimestre per il rallentamento economico.

L’agenda economica di oggi vede l’attenzione concentrata sulle vendite di case nuove che, a parere del consensus degli esperti raccolto da Bloomberg, dovrebbero registrare un incremento mensile inferiore all’1%. Sempre con riferimento al settore immobiliare, domani è attesa la pubblicazione dell’indice dei prezzi delle case S&P Case/Shiller, che dovrebbe fornire indicazioni sulla fine del trend negativo delle quotazioni del mercato immobiliare.