A poco più di un’ora dal via delle contrattazioni a Wall Street, i futures sui maggiori indici azionari statunitensi segnalano che il rally degli ultimi 3 giorni potrebbe concludersi. I futures su S&P500, Nasdaq100 e Dow Jones industrial registrano delle perdite tra lo 0,2% e lo 0,3% nonostante in Europa continui il momento positivo delle borse grazie alle parole rassicuranti sul futuro dell’Euro del numero della BCE Mario Draghi della scorsa settimana.

Timori sulle prospettive dell’economia

Oggi l’agenda economica statunitense è priva di dati economici di particolare rilievo ma nel resto della settimana sono attese indicazioni molto importanti sul futuro del ciclo economico statunitense. In particolare venerdì 3 agosto ci sarà la pubblicazione del rapporto sul mercato del lavoro di luglio, che dovrebbe vedere il tasso di disoccupazione rimanere ben sopra l’8%. La fiducia dei consumatori dovrebbe scendere, segnale negativo per l’andamento dei consumi, mentre quella delle imprese dovrebbe rimbalzare, tornando ad anticipare una crescita per il settore manifatturiero.

Prosegue intanto la stagione delle trimestrali, con oltre il 70% delle 265 società dello S&P500 che ha riportato i conti che ha superato le attese degli analisti, percentuale in linea con quella dei trimestri precedenti. Tuttavia gli analisti stimano una contrazione degli utili nel terzo trimestre: -1,6% rispetto a Q3 ’11. Nel trading pre-apertura, JP Morgan perde lo 0,8% dopo il taglio del giudizio a Hold da Buy da parte di Deutsche Bank, mentre Microsoft guadagna l’1% dopo avere annunciato delle novità riferite al sistema Windows 8.