I principali mercati azionari asiatici hanno vissuto oggi una seduta positiva grazie alle positive indicazioni arrivate dal settore dei servizi in Cina e dal rialzo dell’indice di fiducia delle imprese statunitensi. In Corea il Kospi è avanzato dell’1% e lo S&P/Asx australiano dello 0,3%, mentre i mercati azionari cinesi sono rimasti chiusi per festività. Il Nikkei si è sottratto alla tendenza positiva chiudendo in calo dello 0,5% sulla scia del rialzo dello Yen contro il Dollaro statunitense.

In rialzo gli automobilistici

Il clima positivo dei mercati grazie alle buone indicazioni macroeconomiche statunitensi di ieri è stato ulteriormente alimentato dall’inaspettato rialzo dell’indice di fiducia PMI servizi cinese a 58, il massimo degli ultimi 6 mesi e un valore in linea con una crescita sostenuta del settore nei mesi a venire. Delle positive indicazioni economiche hanno beneficiato le risorse di base ed i tecnologici.  In Corea, Hyundai è salita del 5,6% dopo avere annunciato un incremento delle vendite del 18% rispetto allo scorso anno.

A Tokyo le società esportatrici sono state penalizzate dal rialzo dello Yen al massimo delle ultime tre settimane contro il Dollaro statunitense. La valuta nipponica nelle ultime sedute sembra avere riguadagnato il ruolo di bene rifugio nelle fasi di tensione dei mercati. Sony e Toyota sono state colpite dalle vendite e, pur recuperando nel finale, hanno chiuso in calo rispettivamente dello 0,5% e dello 0,3%.