A settembre il ritorno tra i banchi di scuola può essere un momento critico per le famiglie a causa degli alti costi da sostenere per il corredo scolastico e i libri di testo. Si stima infatti una spesa di almeno 300 euro a famiglia. Ma da alcune indagini emerge che si può risparmiare acquistando al supermercato e sfruttando le offerte promozionali.

Un sondaggio di Altroconsumo, pubblicato oggi ed effettuato su 11 catene della grande distribuzione sparse sul territorio, si può risparmiare prenotando e acquistando i libri di testo al supermercato. Gli sconti possono andare da un 15 a un 20%. E la concorrenza con cartolerie e librerie viaggia anche online: è possibile prenotare sul sito del supermercato e ritirare i volumi presso i punti indicati. Occhio però alle condizioni che possono rivolgersi solo ai soci o ai titolari di carta e non ai clienti che non sono in  possesso di tessere (vale per Auchan, Despar Nord Ovest e il Gigante).

Per quanto riguarda invece il corredo scolastico, va in soccorso ai consumatori l’indagine effettuata da Adiconsum e Klikkapromo. Indagando su un campione di cinque principali città Italiane (Torino, Milano, Firenze, Roma, Napoli) è emerso che le famiglie possono acquistare, grazie alle offerte promozionali, il corredo scolastico a circa 110 euro. Una cifra nettamente inferiore rispetto a quello che si spenderebbe acquistando il tutto a prezzo pieno. In particolare, è Napoli la città più conveniente, dove con circa 108 euro è possibile acquistare tutto il necessario per la scuola, mentre Torino si dimostra la più cara, con i suoi 112,83 euro.