Il Comune di Belluno ha lanciato un’iniziativa per ripopolare il centro storico e favorire la ripresa di nuove attività commerciali. L’iniziativa riguarda uno sconto sulla TASI e su altre tasse per tutti coloro che affitteranno, a canoni agevolati, appartamenti oppure altri immobili disabitati o in disuso. Gli stessi incentivi sulla TASI e sulle altre tasse riguarderanno anche coloro che decidono di ristrutturare gli immobili già esistenti.

Sconto TASI a Belluno: il censimento

Per poter concedere lo sconto sulla TASI e sulle altre tasse in riferimento agli immobili ad uso abitativo oppure commerciale, il Comune di Belluno effettuerà un censimento, per verificare l’effettivo numero di immobili sfitti presenti nel centro storico. Il censimento sarà il primo passo per avviare poi gli adeguati incentivi fiscali. Gli incentivi sulla TASI, come già anticipato, riguarderanno anche la ristrutturazione degli immobili già esistenti, un chiaro segnale che il Comune di Belluno punta a recuperare le strutture già esistenti, limitandone la costruzione di altri.

Sconto TASI a Belluno: le scadenze

Ricordiamo che la scadenza per il pagamento della TASI (tassa sui servizi indivisibili) si attesta al 16 giugno 2015 per il pagamento dell’acconto e al 16 dicembre 2015 per il pagamento del saldo restante. La TASI è un’imposta che va a coprire i costi sostenuti dalle amministrazioni comunali per offrire tutta una serie di servizi ai propri cittadini: si va dalla tutela dell’ambiente alla polizia locale, dalla manutenzione delle strade all’attività culturale, dall’illuminazione alla protezione civile e alla sicurezza. È possibile pagare la TASI recandosi agli sportelli bancari oppure agli sportelli degli uffici postali, presentando l’apposito modello F24.