Gli operai della Yue Yuen, gruppo cinese che produce calzature per Nike, Crocs, Adidas, Reebok, Asics, New Balance, Puma e Timberland, scioperano e lo fanno per ottenere il diritto di lavorare in condizioni migliori. Sarebbero circa 60mila i lavoratori che stanno lottando per migliorare le loro condizioni di lavoro precarie e, soprattutto, che si stanno battendo per la mancanza di previdenza sociale.

Gia lo scorso 5 aprile i lavoratori della Yue Yuen erano scesi in piazza dopo che sono stati bloccati i negoziati con i vertici dell’azienda a Dongguan, nel sud del Paese. Come anticipato, una delle questioni più importanti riguarda il pagamento delle assicurazioni e gli aiuti sull’immobiliare. I lavoratori, che in gran parte sono immigrati da altre province, in base alla legge cinese non possono utilizzare in un’altra provincia la loro assicurazione sociale statale.

L’azienda sembra non voler concedere nessuna vittoria agli operai, aumentando ancora di più il malessere generale dei lavoratori che continueranno a scioperare per ottenere i cambiamenti sperati sia a livello di lavoro che a livello di contratto.

LEGGI ANCHE:

Protesta di Piazza Tienanmen: 25 anni fa iniziava la rivolta degli studenti cinesi

Foto by InfoPhoto