La scelta della assicurazioni è questione da uomini, lo rivela un’indagine di Stetoscopio su un campione di cittadini italiani. Le donne patentate, in genere, ereditano l’assicurazione del padre e delegano a compagni, mariti e uomini di famiglia, tutte le questioni assicurative.

Il vecchio adagio vuole che la donna al volante sia un pericolo costante e forse proprio per questo motivo, come rivela un sondaggio che analizzeremo di seguito, non è il gentil sesso a definire i parametri dell’RC Auto ideale.

La ricerca sulle assicurazioni per le automobili, portata avanti da Stetoscopio, promossa dalla compagnia assicurativa online Quixa e condotta da Marketing Problem Solving, ha cercato di capire chi acquista la polizza in casa. Gli intervistati sono stati divisi in 8 gruppi, misti tra uomini e donne, appartenenti a 4 aree geografiche e interrogati da MPS 3 volte l’anno. L’oggetto delle domande è il vissuto in relazione alla scelta della polizza e sono tenuti in grossa considerazione anche i trascorsi culturali degli assicurati.

In Italia, veniamo al dunque, le donne delegano la scelta dell’assicurazione agli uomini, è il sesso forte quello chiamato ad occuparsi della manutenzione dell’auto, dell’acquisto della polizza, del confronto tra le offerte presenti sul mercato. In una struttura familiare poi, sono molto influenti i genitori sul destino assicurativo dei figli, sono loro a consigliare la soluzione RC più adatta alle esigenze del figlio automobilista. Ai figli maschi sono forniti soprattutto dei consigli per scegliere tra i diversi prodotti, mentre alle figlie single, i padri, regalano la propria classe assicurativa. Da qualche tempo infatti è possibile ereditare anche questi parametri e trasferirli sul proprio veicolo.