Giuseppe Mussari, ex Presidente del Monte dei Paschi di Siena e dell’Abi, “non è mai stato titolare di un conto corrente all’estero, San Marino inclusa”. A precisarlo in una nota di ieri Tullio Padovani e Fabio Pisillo, i legali dell’ex numero uno dell’istituto senese travolto dall’ennesimo scandalo derivati e in piena ristrutturazione finanziaria (e societaria).

Ci vediamo costretti a interrompere il riserbo a cui ci siamo rigorosamente attenuti per il rispetto che si deve all’attività dell’autorità inquirente”, aggiungono i due avvocati nel comunicato, ma “nei giorni scorsi alcuni organi di stampa hanno indicato l’avvocato Mussari come titolare di un conto corrente in San Marino, e sostenuto l’esistenza di alcuni assegni, riconducibili al periodo dell’acquisizione di Antonveneta, che porterebbero allo stesso avvocato Mussari. Tali affermazioni sono destituite di qualsivoglia fondamento e risultano gravemente diffamatorie sia per il loro tenore letterale, che per il contesto in cui le stesse sono state inserite”.
L’avvocato Mussari,  - prosegue la nota,- non è mai stato titolare di un conto corrente all’estero, San Marino inclusa”. “L’avvocato Mussari è titolare di tre conti correnti accesi presso banche italiane. Tutti gli accrediti relativi a detti conti correnti sono riconducibili, senza alcuna eccezione, all’attività lavorativa svolta dall’avvocato Mussari. Tutti gli addebiti, relativi a detti conti correnti, sono riconducibili, senza alcuna eccezione, alle esigenze del medesimo o della sua famiglia”.