La Procura di Trani, sulla scia della denuncia di Adusbef e Federconsumatori, ha aperto un fascicolo di indagine contro ignoti ipotizzando i reati di truffa aggravata e grave manipolazione dei mercati sulla vicenda delle presunte irregolarità sui mercati sui tassi Libor ed Euribor. A condurre l’indagine sarà Il pm Michele Ruggiero, lo stesso che “indaga sulle carte revolving” emesse dalla Barclays Bank e sulle agenzie di rating.

La denuncia delle associazioni di categoria

Il magistrato, fanno sapere le due associazioni di categoria dei consumatori, ha “delegato la Guardia di Finanza per le acquisizioni di rito e ha costituito un pool di esperti indipendenti per accertare” quelle che sono definite in una nota “gravissime manipolazioni dei tassi euribor, i cui danni ai mutuatari italiani sono stati stimati da Adusbef in almeno 3 miliardi di euro”.

Nella nota diffusa dalle agenzie di categoria si legge che “dopo le precise denunce depositate nei giorni scorsi ad alcune Procure della Repubblica per manipolazione dei mercati sui tassi Libor ed Euribor, Adusbef e Federconsumatori hanno acquisito informazioni ed hanno avuto conferma che il pm Michele Ruggiero della Procura di Trani, che da anni indaga sulle carte revolving usurarie emesse dalla Barclays Bank, una delle banche europee coinvolte nello scandalo, ha aperto un fascicolo contro ignoti ipotizzando i reati di truffa aggravata e grave manipolazione dei mercati”. Adusbef e Federconsumatori ricordan0 che la pena prevista per i reati di manipolazione dei mercati è di 12 anni di carcere.