L’Agenzia delle Entrate ha attivato un servizio sms che segnala ai contribuenti eventuali scadenze fiscali oppure l’arrivo del rimborso delle tasse o ancora altri tipi di comunicazioni. Gli avvisi che arrivano possono essere infatti di cinque tipologie diverse e aiutano l’utente a districarsi in maniera più semplice nel mondo del Fisco italiano.

Scadenze Fisco: come funziona il servizio sms

Coloro che lo desiderano possono quindi collegarsi al sito dell’Agenzia delle Entrate, accedere alla propria area personale e richiedere il servizio di avviso via sms. Un ottimo mezzo per non dimenticare mai le scadenze e per essere sempre aggiornati, in modo facile e veloce, in merito alla propria posizione nei confronti del Fisco. Insomma, se si hanno tante cose da ricordare, quando si tratta di scadenze fiscali ci penserà l’Agenzia delle Entrate a inviare un memo, sperando che questo aiuti a non incorrere anche in eventuali sanzioni dovute al ritardo o al mancato pagamento di quanto dovuto al Fisco. Il servizio, come detto, non si limiterà soltanto a ricordare le scadenze.

Scadenze Fisco: tipologie di sms ricevuti

Gli sms che arriveranno sui telefoni cellulari dei contribuenti che hanno richiesto l’attivazione del servizio (se non si richiede non si riceverà alcun avviso via sms), saranno facilmente riconoscibili perché giungeranno direttamente dall’Agenzia delle Entrate. Queste le cinque tipologie di avvisi che possono essere ricevute: memo sulle scadenze fiscali, avvisi su eventuali somme che il cittadino deve al Fisco a titolo di Irpef, avviso sull’erogazione di un rimborso Irpef in favore del cittadino, avviso sulla scadenza dell’imposta di registro per immobili e beni strumentali.