L’invio del modello 770 da parte dei sostituti d’imposta (datori di lavoro e enti pensionistici, amministrazioni dello Stato, ecc.) è fondamentale per il Fisco ai fini della dichiarazione dei redditi. Ad essere comunicati all’Agenzia delle Entrate sono in particolare i dati relativi a:

  • le ritenute operate in ciascun periodo di imposta;
  • i versamenti eseguiti;
  • i crediti;
  • le compensazioni operate;
  • i dati contributivi e assicurativi.

Nel 2016 non è stata concessa alcuna proroga per l’invio del modello 770, nonostante gli altri numerosi adempimenti a carico dei sostituti di imposta, CAF e commercialisti con termine fissato nello stesso periodo dell’anno.

Tuttavia vi è stata una proroga “naturale” cadendo l’annuale scadenza fiscale del modello 770 (il 31 luglio) di domenica. Dunque per il 2016 la scadenza del modello 770 è slittata automaticamente al 1° agosto. Ma, per effetto dell’art. 3-quater del DL n.16 del 2 marzo 2012 (L. 44/2012) che ha disposto il differimento al 20 agosto dei termini per i versamenti e gli adempimenti fiscali che scadono nel periodo compreso tra 1° e il 20 agosto di ogni anno, la scadenza è slittata ulteriormente.

Cadendo il 20 agosto di sabato, nel 2016 il termine massimo per l’invio del modello 770/2016 è diventato automaticamente, senza necessità di proroghe da parte dell’Agenzia delle Entrate, il 22 agosto 2016.