Entro il 31 gennaio va pagato il Bollo auto.
La tassa per il possesso dell’auto riguarda tutti i proprietari che hanno il bollo in scadenza a dicembre 2012 o che hanno immatricolato l’auto nel periodo che va dal 22 dicembre 2012 al 21 gennaio 2013, ad eccezione delle sole regioni di Piemonte e Lombardia, dove per chi immatricola l’auto dal 1 al 31 Gennaio 2013 la scadenza è fissata 28 febbraio 2013.
Se il bollo viene pagato dopo il 31 gennaio, oltre alla tassa si dovranno corrispondere anche le sanzioni e gli interessi, calcolati in base ai giorni di ritardo. Se l’adempimento avviene entro 30 giorni successivi alla scadenza del termine previsto, si applica una sanzione pari al 3% della tassa originaria, oltre gli interessi legali giornalieri calcolati sugli effettivi giorni di ritardo la cui percentuale annua è pari al 2,5%; se il versamento viene effettuato dopo il trentesimo giorno di ritardo ma non oltre un anno la sanzione prevista è pari al 3,75% della tassa originaria, oltre gli interessi legali giornalieri calcolati sugli effettivi giorni di ritardo la cui percentuale annua è pari al 2,5%. Se si paga con oltre un anno di ritardo, si applica una sanzione pari al 30% della tassa originaria sommata agli interessi dovuti per ogni semestre maturato di ritardo calcolati dal sistema.
Nel caso in cui il versamento viene regolarizzato entro 14 giorni dalla scadenza del termine utile è prevista, sulla base del ravvedimento operoso (detto anche ‘veloce’) introdotto con il decreto legge 98 del 06/07/2011 (L. 111/2011), una sanzione ridotta pari allo 0,2% per ogni giorno di ritardo, più gli interessi legali giornalieri.
La ricevuta del versamento, infine, va conservata.

photo credit: Alexandre Prévot via photopin cc