In caso di mancato, insufficiente, o ritardato pagamento del bollo auto sono previste delle sanzioni e anche degli interessi sugli importi dovuti, variabili in relazione al ritardo con cui il pagamento viene effettuato.

Scadenza bollo auto

Le scadenze previste per il pagamento del bollo auto sono:

  • per i veicoli di vecchia immatricolazione, il bollo auto va pagato entro l’ultimo giorno del mese successivo a quello di scadenza;
  • per i veicoli di nuova immatricolazione (salvo specifiche eccezioni definite da delibere provinciali o regionali):
    • il bollo auto si paga entro l’ultimo giorno del mese in cui l’auto è stata immatricolata;
    • se il veicolo sia stato immatricolato negli ultimi 10 giorni del mese la scadenza termina il mese successivo.

I termini per il pagamento della tassa automobilistica per l’anno d’imposta 2016 sono:

Scadenza bollo precedentePagamento da effettuare
Dicembre 2015dal 1 gennaio 2016al 1 febbraio 2016
Gennaio 2016dal 1 febbraio 2016al 29 febbraio 2016
Aprile 2016dal 1 maggio 2016al 31 maggio 2016
Maggio 2016dal 1 giugno 2016al 30 giugno 2016
Luglio 2016dal 1 agosto 2016al 31 agosto 2016
Agosto 2016dal 1 settembre 2016al 30 settembre 2016
Settembre 2016dal 1 ottobre 2016al 31 ottobre 2016

Ravvedimento operoso

È possibile regolarizzare la propria posizione con sanzioni ridotte ricorrendo al ravvedimento operoso, ovvero effettuando il versamento prima di ricevere notizia da parte dell’Amministrazione Regionale della propria mancanza.

Le sanzioni previste per il ravvedimento operoso che può essere effettuato entro massimo un anno:

  • entro i primi 14 giorni,  si applica una sanzione sull’imposta pari allo 0,1% per ogni giorno di ritardo, pertanto la sanzione è del’1,4%;
  • dal 15° al 30° giorno, la sanzione si riduce a 1/10; pertanto si paga una maggiorazione pari all’1,5%;
  • dal 31° al 90° giorno la sanzione scende al 1,67%;
  • dal 91° giorno a 1 anno la sanzione è pari al 3,75%.

Oltre l’anno la sanzione è pari al 30% della tassa dovuta più interessi moratori per ogni semestre compiuto.

Chi omette completamente il pagamento del bollo auto, in caso di verifiche da parte dell’ente di riscossione, riceverà una cartella Equitalia e dovrà versare anche le maggiorazioni dovute a sanzioni e interessi.

Per calcolare in maniera semplice ed immediata sanzioni ed interessi dovuti in caso di ritardato o omesso pagamento del bollo auto, oltre all’imposta stessa, è possibile utilizzare i tool messi a disposizione online da sito ACI e dal sito delle Agenzie delle Entrate (se residenti in una delle Regioni in cui la gestione del bollo auto è di competenza dell’Agenzia stessa, ovvero Friuli Venezia Giulia, Sardegna, Sicilia, Marche e Valle D’Aosta) o recarsi di persona presso gli uffici ACI.

Il servizio presente sul sito ACI per il calcolo del bollo auto Il servizio tiene conto anche degli eventuali versamenti già effettuati ed eventualmente segnala il pagamento già stato eseguito, mentre il sistema dell’Agenzia delle Entrate calcola l’importo dell’imposta al momento della richiesta e non tiene conto di eventuali pagamenti già effettuati, quindi potrebbe segnalare sanzioni e interessi anche qualora non ve ne siano.

Prescrizione bollo auto

Ricordiamo infine che per il mancato versamento del bollo auto la prescrizione è fissata a 3 anni decorrenti dal terzo anno successivo a quello a cui si riferisce il pagamento (art. 5 del D.l.953/82, così come modificato dall’art.3 del D.l. 2/86 convertito nella legge 60/86).

Per ulteriori informazioni consultare il sito dell’Agenzia delle Entrate o dell’ACI.