Chiusa oggi la Borsa di New York a causa del passaggio dell’uragano Sandy. Lo ha comunicato oggi una nota diramata da Nyse Euronext e Nsadaq OMX, dalla quale si apprende che “Nyse Euronext fermerà le contrattazioni sui mercati lunedì 29 ottobre e, sotto riserva di conferma, martedì 30 ottobre”. Analogamente anche il gruppo Nasdaq OMX ha annunciato che tutti i suoi mercati americani saranno chiusi “lunedì 29 ottobre e, sotto riserva di conferma, martedì 30 ottobre”. I mercati Usa potrebbero dunque restare chiusi anche nella giornata di domani.

Il passaggio di Sandy ha provocato lo sfollamento di 375mila persone, la chiusura di scuole e uffici governativi e la proclamazione dello stato di emergenza in New Jersey, New York, Maryland, Columbia e Massachusetts firmata dal presidente degli Stati Uniti Barack Obama. Il quale, come anche il suo rivale alle presidenziali Mitt Romney, ha dovuto rivedere l’agenda dei comizi pre-elettorali, cancellando la propria presenza ad eventi negli stati-chiave di Virginia, Ohio e Florida. Anche Romney dovrà rinunciare alla Virginia, ma non all’Ohio e all’Iowa.

Preoccupazione per i possibili danni che possono derivare da Sandy. In caso di danni consistenti, infatti, la conseguenza potrebbe essere una minor capacità di spesa dei cittadini americani, il che metterebbe a rischio lo shopping natalizio come anche l’imminente Black Friday, da sempre indicatore preventivo dell’andamento delle vendite di dicembre.