I saldi invernali partiranno il 5 gennaio in tutt’Italia, Lombardia compresa.
Dopo le indiscrezioni degli ultimi giorni su una partenza anticipata della stagione dei saldi a Milano già in occasione del 7 dicembre, giorno di S. Ambrogio, Renato Borghi, presidente di Federazione Moda Italia-Confcommercio, ha ribadito ieri in una nota che “i saldi sono vendite di fine stagione e non possono iniziare a dicembre. Cominceranno praticamente in tutta Italia il 5 gennaio 2013, Lombardia compresa”, come sancito nell’accordo della Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome del 24 marzo 2011. “In alcune Regioni come Emilia Romagna e Friuli Venezia Giulia e la Provincia autonoma di Trento e, da quest’anno a titolo sperimentale per un anno, in Lombardia, gli operatori del commercio al dettaglio del settore moda, se vorranno, avranno invece la possibilità di effettuare qualche promozione”, ha ricordato Borghi.

L’idea Sant’Ambrogio. Per far fronte alla crisi che ormai sta colpendo anche gli esercizi di abbigliamento meneghini più noti, il Consiglio regionale lombardo lo scorso 5 ottobre aveva annunciato l’intenzione di voler sperimentare un anticipo delle svendite di fine stagione già a partire dal 7 dicembre, giorno del santo patrono di Milano e tradizionalmente data d’inizio degli acquisti natalizi. Negli ultimi giorni, complici anche le diverse uscite dell’Antitrust a favore della liberalizzazione di saldi e orari nel commercio, l’anticipo dei saldi milanesi sembrava ormai certo, al punto da rendersi necessaria la smentita di Federmoda-Confcommercio.

photo credit: angelocesare via photopin cc