Un risultato ampiamente positivo che ripiana, anche se solo parzialmente, la delusione delle vendite natalizie. E’ questo il succo del commento di Confcommercio dopo il primo weekend di saldi invernali che sono ufficialmente iniziati in tutta Italia .

Dopo l’anteprima di mercoledì 2, con i saldi partiti in anticipo in Campania, Sicilia e Basilicata, è finalmente partita la stagione dei saldi in tutto il territorio italiano. Contrariamente alle aspettative di molti operatori del settore, secondo Confcommercio si è registrata una partenza scoppiettante con una folla imprevista a fare shopping in particolare nei centri storici delle grande città, nei centri commerciali e negli outlet. Molte le code in particolare a Firenze, dove un comunicato parla di “boom di incassi” che in alcuni casi sono cresciuti di oltre il 20% rispetto al primo giorno dei saldi 2012.

Bene in particolare il settore abbigliamento, uno dei comparti che aveva registrato la maggiore flessione durante il periodo natalizio. La presidente di Confcommercio Alessandra Signori ha parlato di un “risultato sorprendente ed inaspettato”.

Partenza molto positiva anche a Milano dove, dalle prime rilevazioni raccolte da Federmodaitaliamilano, si registra un incremento dell’8 per cento rispetto all’avvio dei saldi invernali 2012. Lo scontrino medio è di 150 euro e la percentuale di sconto si attesta, secondo le stime, oltre il 40%. Bene l’afflusso nelle maggiori vie commerciali e in centro.

A Roma il presidente di Confcommercio, Giuseppe Roscioli, ha parlato di “partenza senza dubbio positiva. Registriamo, soprattutto in centro, un +5% di vendite rispetto allo scorso anno, mentre nelle altre vie dello shopping gli acquisti hanno mantenuto gli stessi livelli della passata stagione e anche questo è un buon segnale”. E’ certamente presto per dare un giudizio ma l‘inizio è davvero incoraggiante.