L’invasione russa ha un pessimo effetto sulla quotazione di Unicredit. Perché? La banca italiana è una delle 10 più grandi banche per esposizione in Ucraina – si parla di 2,3 miliardi di euro (l’istituto di Piazza Cordusio opera con la controllata locale la Ukrsotsbank). Segno meno anche per Intesa Sanpaolo anche se ha lasciato il paese a gennaio 2013 con la cessione di Pravex Bank. Complessivamente gli istituti di credito italiani hanno un’esposizione complessiva nel paese per cinque miliardi di euro, e sono le banche più esposte in Europa dopo quelle austriache – l’esposizione complessiva del paese è pari a sette miliardi di euro…

I dati che ho appena citato sono un’elaborazione della banca dei regolamenti internazionali aggiornata al terzo trimestre del 2013… Dietro ad Austria ed Italia ci sono le banche Usa, tedesche e britanniche con un’esposizione che si aggira per ciascun paese sul miliardo di dollari… E nel complesso le banche appartenenti all’Unione Europea hanno un’esposizione verso l’Ucraina di 23 miliardi di dollari.

LEGGI ANCHE

Russia invade Crimea: le conseguenze per l’economia italiana

Russia e Ucraina: Gazprom avverte Kiev, “Avete miliardi di debiti, pagate”

Russia invade Crimea: Usa sospendono i negoziati commerciali e la cooperazione militare con i Russi

Russia invade Crimea: nella crisi Ucraina ecco la posizione della Cina
photo credit: epSos.de via photopin cc