Le vacanze stanno per finire e oltre a dover affrontare lo stress da rientro, milioni di famiglie italiane si ritroveranno a fare i conti con il caro-scuola. Secondo i calcoli del Codacons quest’anno il ritorno sui banchi costerà oltre 1000 euro per ogni studente italiano. Per l’associazione dei consumatori si tratta di un vero e proprio salasso. Per aiutare le famiglie a risparmiare il Codacons ha stilato anche una sorta di guida.

Il salasso-scuola si può evitare

Stando ai calcoli del Codacons, l’equipaggiamento di base dello studente medio italiano costa 498,50 euro. Il corredo scolastico è composto da zaino, quaderni, penne, matite, diari, astucci e tutti gli altri oggetti di cui necessita lo studente. A questa cifra va aggiunto il costo dei libri di testo che si attesta all’incirca intorno ai 600 euro. La cifra, spiega l’associazione dei consumatori, è elevata ma sostanzialmente invariata rispetto all’anno scorso.

Per chi non può permettersi di spendere tanto, pensiamo alle famiglie con più figli o a quelle monoreddito, il Codacons ha stilato una lista di regole per il risparmio. La prima regola è non seguire le mode. Per evitare che lo studente si faccia affascinare dalle pubblicità televisive, il Codacons consiglia ai genitori di tenere i figli lontani il più possibile dalla tv in quanto i prodotti pubblicizzati solitamente sono anche i più costosi. Se non si acquistano prodotti collegati ai cartoni animati del momento o ai prodotti commerciali più noti, si può arrivare a risparmiare fino al 40%.

Altro consiglio utile è acquistare il corredo per la scuola al supermercato. Nella grande distribuzione infatti sono presenti tutti i prodotti necessari agli studenti con forti sconti e promozioni che possono far risparmiare fino al 30%. Inoltre l’associazione fa notare che nei supermercati nel periodo pre-scolastico vengono introdotti i cosiddetti “prodotti civetta”, ovvero articoli venduti sottocosto per spingere i genitori ad acquistare anche il resto del corredo scolastico nel punto vendita. Il consiglio per i genitori è dunque di comprare solo i prodotti civetta.

Un altro consiglio del Codacons è rinviare gran parte degli acquisti comprando solo il necessario per dilazionare la spesa. Dunque meglio comprare un quaderno per ogni materia adesso e comprarne di nuovi quando serviranno tra qualche mese, invece di fare la scorta di quaderni per tutto l’anno. Alcuni acquisti possono essere rimandati anche dopo l’inizio della scuola per evitare di acquistare articoli generici inutilmente. Alcuni professori infatti sono esigenti e chiedono agli studenti di acquistare dizionari specifici o strumenti particolari. Infine il Codacons consiglia di acquistare i kit a prezzo fisso e di cercare altre offerte nate dagli accordi tra rivenditori e le associazioni dei consumatori. Questo tipo di promozioni garantisce la buona qualità a un prezzo conveniente.