Il pavimento di un ambiente, contribuisce in maniera forte insieme al colore e alle forme, ad esprimere l’individualità e la personalità di una stanza.

Siamo sempre alla finestra, ad osservare i cambiamenti di stile, che puntualmente ogni anno vanno ad imporre i cambiamenti al mercato. Questo spesso, fa percepire una sensazione di “fuori moda”, in quando gli spazi non rispecchiano le tendenze del momento. Anche se spesso mi piace sottolineare, che il vintage è in voga oramai da qualche annetto; quindi non gettate vecchie poltrone o lampadari plastici: sono di moda!

Ma se un arredo può essere cambiato, se un rubinetto può essere smontato, un pavimento diventa di difficile sostituzione. Sopratutto se i pavimenti sono in legno. A questo punto si dovrebbe pensare, come poter rinnovare questa superficie, che a differenza di una piastrella, può subire dei trattamenti e quindi cambiamenti

Mettiamo il caso che il pavimento si presenti in rovere, magari un massello di rovere. Come ad esempio quelli formato da listarelle da 1,5 cm x 10. Sarebbe molto difficile accostargli una parete in antracite chiaro, con mobili in rovere decapato. L’intervento è possibile: una buona levigatura, che punti a rendere la superficie “grezza”, potrebbe permettere una successiva lavorazione, dove poter impregnare il legno stesso, con tinte differenti. Ad esempio un grigio che dopo l’asciugatura, possa dare l’effetto decapato, già presente forse nel mobilio.

E tante altre possono essere le soluzioni per il legno. La casa è viva, ed è pronta ad accettare ogni intervento.