Secondo uno studio messo a punto da SoS Tariffe, ogni cittadino, cambiano operatore telefonico per la linea ADSL fissa, beccando l’offerta giusta, può arrivare a risparmiare circa 400 euro, ma pochi fanno il passaggio per paura delle complicazioni burocratiche

In Italia per ogni affare c’è una complicazione d’ufficio. Cambiare residenza o anche operatore telefonico, in alcuni casi, è davvero un’impresa, ecco perché, pur essendo consci del risparmio, molti cittadini preferiscono rimanere con il vecchio gestore.

Eppure ogni volta che si sottoscrive un abbonamento non ci si sposa mica con l’operatore e a volte cambiare vuol dire davvero risparmiare moltissimo sulla bolletta. Il 35% dei cittadini intervistati da SoS Tariffe hanno optato per il passaggio all’operatore più conveniente e ne hanno ottenuto un vantaggio anche nella qualità del servizio.

In genere, infatti, una volta su quattro, si cambia per avere internet più veloce. E’ vero, sottolinea SoS Tariffe che talvolta si risparmia ma non si ottiene un servizio di qualità. Il consiglio è di controllare sempre gli apparecchi domestici. In genere la lentezza di connessione può dipendere da un doppino vecchio.

Se ci sono perdite di segnale frequenti, salti nella connessione, invece, è utile chiamare subito il centro d’assistenza del vostro operatore per capire se il disservizio dipende da una manutenzione della linea.