Ecco alcuni accorgimenti che possono permettervi di limitare il consumo di carburante e risparmiare benzina. Prima di tutto è necessario evitare brusche accelerazioni e moderare la velocità di crociera: chi va a 130 chilometri orari consuma il 25% in più di chi procede a 110 km/h – i consumi scendono del 9% se si scende a 95 chilometri orari e del 15% se si va agli 80 km/h.

Un altro consiglio è quello di utilizzare la marcia più alta possibile, per questo è consigliabile cambiare di marcia a un numero basso di giri – ovvero tra i 1000 ed i 1500 rpm. Si stima che in questo modo si possano ridurre i consumi e le emissioni fino al 10-15%. Bisogna poi fare attenzione ai tanti accessori presenti sul vostro veicolo – in particolare se l’avete acquistata da poco: il climatizzatore, così come il navigatore, lo sbrinatore o i sedili riscaldati consumano carburante. E’ bene usarli solo quando se ne ha bisogno.

Un altro aspetto da tenere sempre ben presente è la pressione delle gomme: è bene controllarla spesso e mantenerla al livello consigliato dal costruttore. Una cosa che pochi sanno è che ogni cambiata consuma carburante: piuttosto conviene utilizzare i freni per ridurre la velocità del veicolo. Anche le soste possono essere un’occasione di risparmio: conviene spegnere il motore se si è fermi per più di un minuto, anche se la vostra auto non dispone di dispositivi start and stop.

Le ultime accortezze che vi proponiamo sono quelle di procedere, quando possibile, con i finestrini chiusi e di stare attenti ai carichi superflui: è bene non trasformare il bagagliaio in un ripostiglio di oggetti inutilizzati.