Adesso si aspetta soltanto la ratifica del Consiglio dei Ministri che dovrebbe essere comunicata entro oggi. Poi nella scuola arriveranno nuove risorse, circa 22 mila persone tra docenti e dirigenti scolastici. Ecco come si andrà avanti. 

Il Consiglio dei ministri, entro oggi, dovrebbe ratificare l’assunzione di 22 mila persone tra docenti e dirigenti, che andranno a rimpolpare l’organico della scuola pubblica.

In più, sempre entro oggi, dovrebbe essere varato il regolamento sul sistema di valutazione delle scuole. Questa sì che è una novità. In pratica viene rafforzato l’Invalsi, affiancato da Indire e dagli ispettori ministeriali che, come una volta, sono chiamati a valutare le scuole.

Ma torniamo un attimo alle assunzioni che in un paese in crisi rappresentano un elemento molto importante: dal primo settembre prossimo il Governo stabilizzerà 21.112 docenti e 1200 dirigenti scolastici. I docenti da stabilizzare fanno parte delle graduatorie in esaurimento.

Prima di procedere alla ratifica, si è atteso il via libera del Mef e della Funzione Pubblica per l’anno scolastico 2012-2013.

Questo provvedimento, però, era atteso da tanti mesi e quindi non lascia certo gli italiani a bocca aperta. La grande novità è nello schema di regolamento che deve gestire le pagelle degli istituti scolastici e dei dirigenti che li guidano.

Forti, in questo senso, le critiche dei sindacati.