(Finanza.com) Risanamento ha reso noto di aver sottoscritto l’accordo modificativo dei contratti di finanziamento stipulati con la Banca Nazionale del Lavoro il 4 ottobre 2007. L’accordo è volto “a rimodulare -si legge nella nota diffusa dalla società- sotto il profilo temporale le scadenze e le modalità di rimborso”. L’intesa prevede che il finanziamento originario di 30,4 milioni “ridotto a 24,9 milioni alla data odierna, avrà una durata complessiva di 15 anni a decorrere da oggi e verrà rimborsato in rate semestrali” e che “l’originario finanziamento di 11,4 milioni verrà rimborsato in una unica rata alla data di scadenza del 31 dicembre 2014”.