(Finanza.com) Nei primi sei mesi dell’anno Rio Tinto ha visto i profitti netti calare del 22%. Nel dettaglio nel semestre in esame l’utile è scivolato a 5,9 miliardi di dollari dai 7,6 miliardi di un anno fa. Il dato, seppure in contrazione, è migliore delle aspettative degli analisti pari a 5,04 miliardi. “Continuiamo a riportare dei solidi margini nonostante la caduta dei prezzi” ha commentato il numero uno del gruppo minerario anglo-australiano, Tom Albanese.