Con il 2014 cambiano le condizioni per i contribuenti che hanno un credito vero il Fisco superiore ai 4.000 euro. Nell’anno in corso è prevista un processo di controllo della dichiarazione dei redditi, per cui il rimborso dovrebbe ritardare di qualche mese rispetto a quello che avveniva nel 2013. Queste novità riguardano i rimborsi per i familiari a carico oppure i vecchi crediti in pendenza (nel caso dei single a quanto sembra non ci sarà alcun rinvio).

Per evitare dei rimborsi illeciti ci sarà una più attenta verifica dei 730. Se la nuova verifica ad hoc avrà esito positivo, l’Agenzia delle Entrate provvederà a pagare direttamente il contribuente  - e non toccherà più al sostituto d’imposta o all’ente pensionistico. Se le dichiarazioni relative al 2013 mostrassero una dinamica paragonabile a quelle dell’anno precedente, sarebbero oggetto dei controlli una quota limitata dei contribuenti – rappresentata da circa 350.000 soggetti per altrettante dichiarazioni.

Visto però la percentuale particolarmente vantaggiosa di credito fiscale che viene erogata per le ristrutturazioni o gli interventi di risparmio energetico, è altamente probabile che il numero dei contribuenti interessati da questa misura sia nel frattempo aumentata sensibilmente…

LEGGI ANCHE
Redditometro 2014: come difendersi dagli accertamenti quando vendo auto o mobili…
Semplificazione fiscale 2014: dichiarazioni su internet e al bancomat
Agenzia delle Entrate: chi è Rossella Orlandi, nuovo direttore del Fisco

photo credit: 401(K) 2013 via photopin cc