La decisione di creare un fondo salva-stati per mettere al sicuro i paesi dell’UE maggiormente sensibili alla crisi greca, ha gettato scompiglio nelle borse. Le piazze europee hanno aperto la settimana tutte in calo e anche le borse asiatiche non erano andate bene durante la notte.A piazza Affari però, l’apertura al -1,67 per cento non ha scoraggiato gli investitori che hanno determinato un vistoso rimbalzo dei titoli nostrani. A metà mattina Milano aveva recuperato terreno e guadagnato addirittura il 3 per cento.

Probabilmente ha influito sull’andamento dei listini anche il discorso di Tremonti durante il meeting del Fondo Monetario Internazionale: l’Italia è al sicuro. La manovra piace più all’estero che al nostro paese ma è uno strumento indispensabile per donare stabilità allo Stivale.

Secondo gli analisti, lo stop alle vendite e il via agli acquisti, è stato merito dell’Ifo tedesco. Questo indicatore misura la fiducia dei consumatori. Sul versante tedesco pare si sia registrato un calo della fiducia ma meno rispetto a quanto previsto.

Piazza Affari ha risentito positivamente anche della performance del titolo Generali che ha ottenuto un parere positivo dalla Standard&Poor’s. Un passo importante nei listini che ha determinato la riduzione dello spread, tornato al di sotto dei 380 punti.