Tempo fa abbiamo parlato della volontà dell’Erario d’introdurre un nuovo strumento di analisi della capacità di spesa e del tenore di vita degli italiani: il telefonometro. La comunicazione via telefono infatti appassiona i nostri connazionali e se si tagliano le spese si parte di là.

Se pensate a qualche taglio che possa introdurre un risparmio reale, dovete sicuramente pensare alle comunicazioni telefoniche. Ci si chiama, spesso sul cellulare, anche per trasmettere dei messaggi che potrebbero essere veicolati da un’e-mail, oppure da altri strumenti più economici.

Ecco allora che non stupisce se nel piano di spending review si decida di concedere agli impiegati del ministero della Funzione Pubblica, soltanto le telefonate urbane. A disporre questa novità è stata una circolare del Dipartimento.

La volontà è di ridurre i costi delle telefonate del personale. Chiaramente per i dirigenti resterà la possibilità di chiamare sia i numeri nazionali che i telefonini.

Contenimento della spesa e razionalizzazione della spesa. Sono questi i principi che ispirano la Direttiva del Ministro per la Pubblica Amministrazione e la Semplificazione Patroni Griffi.

Adesso, nei prossimi giorni, tutte le utenze dovranno essere modificate: quelle dei dirigenti dovranno mantenere l’opzione telefonate nazionali/telefonate cellulari, tutte le altre saranno abilitate soltanto al traffico nazionale.