La sponda della Fed, che ieri sera ha annunciato un nuovo piano di stimolo monetario con nuovi flussi di liquidità che continueranno finchè l`economia non uscirà dall`attuale fase di debole crescita, ha favorito oggi la  discesa del rendimento del Btp decennale sotto il 5 per cento, soglia sotto la quale non si spingeva dallo scorso 21 marzo. In meno di 8 settimane sul mercato secondario il costo del debito sulla scadenza decennale è sceso notevolmente dai picchi al 6,57% toccati il 24 luglio. Miglioramento dello scenario che si riflette anche nell’andamento dello spread tra Btp decennale e Bund tedeschi di analoga durata, sceso fino ad area 330 punti base, in deciso calo rispetto alla chiusura di ieri a quota 343. 

Migliora anche la situazione per la Spagna, prima candidata a fare richiesta di aiuti e quindi beneficiare degli acquisti di bond attraverso il fondo salva-stati, con il rendimento del decennale sceso oggi al 5,53%, sui minimi da inizio aprile e spread Bonos/Bund in area 393 punti base.
Ieri dai dati Bankitalia è emerso che a fine maggio i titoli di Stato italiani in mano a investitori non residenti in Italia ammontavano a 666,1 miliardi di euro dai 663,2 in aprile. Si tratta del primo incremento mensile dell’ottobre 2011. Si tratta di una quota del 40,3% del totale di titoli emessi che a fine maggio risulta di 1.651,4 miliardi di euro.
Per l’Italia ieri è andata a buon fine la seconda asta del mese con un netto calo dei rendimenti soprattutto nella scadenza triennale. I Btp 2015 sono stati collocati al rendimento medio del 2,75%, in netto calo rispetto al 4,65% dell’asta di titoli di analoga durata tenuta lo scorso 13 luglio. Rendimento ai minimi dall’ottobre 2010 e ben lontano dai livelli critici toccati a novembre quando la curva dei tassi italiana si era invertita con il triennale che è arrivato a toccare il 7,5% sul mercato secondario. Le prossime aste sono in programma a fine mese: dal 25 al 27 settembre si susseguiranno l’asta di CTZ e BTP€i (25/9), poi l’asta di Bot semestrali per finire il 27 con l’asta di Btp a medio-lungo termine.